“Sempre”, sarebbe la risposta corretta alla domanda “Quando è meglio visitare Pisa?”

Però se proprio devo scegliere, non credo che esista periodo migliore di giugno per venire a visitare Pisa, perché è proprio in questo mese che la città fa un incredibile salto nel tempo per rivivere le emozioni e le tradizioni delle sue radici. A giugno si concentrano gli eventi più importanti e non per niente si parla proprio di “Giugno Pisano”. In questo mese si racchiudono tutte gli eventi, antichi e non, che riempiono questa città di gioia, colori e storia.

Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

Si parte con la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, che vede sfidarsi ogni anno Amalfi, Genova, Pisa e Venezia e che ogni anno è, a turno, un meraviglioso spettacolo che sfila per le acque di una di queste quattro città. Quest’anno si svolgerà a Venezia il 1 giugno noi pisani, dovremmo aspettare il 2021 per vederla ritornare nella città della torre pendente.

Luminara di San Ranieri

Il 16 giugno 2019 è la volta della “Luminara di San Ranieri”, quando, in occasione del patrono, la città si illumina con 100.000 lumini (in pisano “lampanini“) che grazie alla naturale oscurità della sera e allo spegnimento delle luci artificiali, rendono i Lungarni suggestivi e magici. Vi consiglio di arrivare in città molto presto, perché le zone centrali di Pisa, specialmente i Lungarni, sono gremiti di pisani di città, pisani della provincia e turisti, tutti intenzionati a godersi questo spettacolo indimenticabile. La sera precedente, Pisa ci intrattiene con “Aspettando la Luminara”, un’incantevole processione di barche illuminate, che rendono piacevole la crescente attesa della festa della città.

Il 17 giugno 2019 tocca al “Palio di San Ranieri”, che vede sfidarsi quattro imbarcazioni corrispondenti ai quattro quartieri storici di Pisa (San Francesco, San Martino, Santa Maria e Sant’Antonio). Le prime notizie di questo Palio risalgono addirittura al 1200. L’ultimo sabato di giugno la città conclude il suo cerchio di eventi con il Gioco del Ponte. Prima della battaglia, più di 700 figuranti sfilano a piedi e a cavallo con costumi medievali tradizionali, costeggiando il fiume Arno. Dopodiché si svolge la battaglia sul Ponte di Mezzo, dove si fronteggiano i quartieri (“le magistrature“) suddivisi tra quelli a nord e quelli a sud dell’Arno (Tramontana e Mezzogiorno), con uno spettacolo che tiene tutti a fiato sospeso, mentre gli uomini delle squadre si spingono sul Ponte utilizzando tutta la loro forza.

Il Gioco del Ponte

Sabato 29 giugno 2019, la città conclude il suo cerchio di eventi con il Gioco del Ponte. Prima della battaglia, più di 700 figuranti sfilano a piedi e a cavallo con costumi medievali tradizionali, costeggiando il fiume Arno. Dopodiché si svolge la battaglia sul Ponte di Mezzo, dove si fronteggiano i quartieri (“le magistrature“) suddivisi tra quelli a nord e quelli a sud dell’Arno (Tramontana e Mezzogiorno), con uno spettacolo che tiene tutti a fiato sospeso, mentre gli uomini delle squadre si spingono sul Ponte utilizzando tutta la loro forza.

Questi eventi, importanti ed imperdibili per tutti i pisani, hanno radici profonde e sono una tradizione storica e significativa per la città e per tutta la provincia. Riemerge in queste occasioni l’orgoglio pisano, il piacevole senso di appartenenza ad un quartiere o ad una zona che divide e unisce allo stesso tempo, inebriati dallo spirito della festa e dell’estate. E con tutto questo profumo di storia medievale, con i colori degli abiti cinquecenteschi, con l’orgoglio di una città che, fedele alla sua tradizione, ogni anno riunisce vecchie e nuove generazioni , come posso non consigliarvi proprio il mese di giugno per visitare Pisa?

Vi aspettiamo!