Quando è arrivato il momento di scegliere, io ho scelto la qualità. E vi spiego perché. Qualità è la parola d’ordine che ho scelto per la mia Fattoria. Questo perché venendo a vivere qui ho fatto un grande salto di qualità, ho migliorato la qualità della mia vita, la qualità del mio tempo, la qualità dell’aria che respira mio figlio. E con questo stesso principio di ricerca della qualità, ho fatto scelte ben precise per ciò che concerne alcuni acquisti per l’agriturismo: i materassi, i pavimenti, i sanitari, i serramenti e molto altro ancora.

Ma c’è un altro campo nel quale ho scelto la qualità: i prodotti alimentari. Nulla di ciò che servo è lasciato al caso, tutto è acquistato da aziende della zona e, qualora qualche prodotto non fosse reperibile o non mi piacesse, utilizzo esclusivamente prodotti della nostra regione. (Ove possibile, chiaramente, per quanto la Toscana sia una regione meravigliosamente ricca, non abbiamo piantagioni di caffè, cacao o tè).

E ci tengo a spiegare cosa significa qualità: qualità non significa per forza “il più caro” o “quello più conosciuto”, qualità vuol dire conoscere il prodotto, sapere che ciò con cui è realizzato è genuino, che dietro al lavoro di produzione c’è attenzione e cura, impegno e dedizione. Del nostro olio seguiamo ogni passo: curiamo e potiamo i nostri alberi, sappiamo che non utilizziamo nessun prodotto chimico per aumentarne la produzione, raccogliamo le olive in famiglia, portiamo personalmente le olive al frantoio e frangiamo noi stessi curando ogni passaggio, consegniamo a mano ogni bottiglia. E cerco dei prodotti da offrire ai nostri ospiti che abbiano qualcuno che li cura e li segue come noi facciamo con le olive, conosco le aziende personalmente, so quali sono i loro terreni, so come lavorano e acquisto per la nutrire la mia famiglia, gli stessi prodotti di qualità che acquisto per gli ospiti.

Sicuramente per garantire una colazione eccellente spendo più di quanto spenderei acquistando tutto all’ingrosso, ma dovrei rinunciare alla qualità e alla profonda conoscenza del prodotto ed è questo un passo indietro che non voglio fare. Conosco e riconosco il sapore forte e corposo del latte prodotto nel Parco del San Rossore, di quello deciso e ricco del pecorino della famiglia Busti, le cui pecore pascolano sulle nostre colline, conosco e riconosco il profumo delle nostre uova, il sapore dei fichi del nostro albero e il colore dell’olio che produciamo.

I campi sulle colline che circondano la fattoria, sono quasi interamente coltivati a cereali che, una volta macinati, vengono utilizzati per produrre pasta di grande qualità: come potrei non far scoprire ai miei ospiti, quali eccellenze ci circondano?

Dal vino alla pasta, dai ceci ai formaggi, dal miele alla frutta, senza dimenticare olio, salumi e carne. Siamo in Toscana, la terra delle eccellenze e non posso in nessun modo tralasciare la qualità, non posso permettere che chi soggiorna da noi non conosca il tripudio di sapori, profumi e colori dei prodotti delle colline pisane, che consentono a chiunque venga a trovarci, un’immersione profonda e meritata nella cultura toscana.